Danneggia auto in sosta con una mazza

Una pattuglia in borghese della Squadra Mobile ha soccorso una giovane ragazza vittima di molestie da parte di un uomo di 75 anni di origini straniere

Nella serata di ieri, venerdì 3 dicembre è stata allertata la Vol. ZARA grazie ad una segnalazione di un cittadino che aveva notato un uomo con giacca grigia e jeans armato di un bastone sul viale Alfieri che stava danneggiando alcune auto in sosta. L’uomo si è poi messo in cammino diretto in Via di Salviano da Piazza Damiano Chiesa. Intercettato  vicino al  sottopasso è stato fermato, ma da una  perquisizione sul posto lo stesso non risultava avere nessuna mazza con sè.
Il personale della volante, ha ripercoso il tratto di strada fatto dal soggetto ed ha trovato 3 auto danneggiate:
Mercedes C-220  veicolo posteggiato in viale Alfieri angolo via Badaloni presentava il lunotto posteriore completamente infranto.
Dacia Sandero  veicolo posteggiato in viale Alfieri angolo via Carega con il parabrezza anteriore completamente infranto.
Lancia Y veicolo posteggiato in viale alfieri fronte civici 81/85 con il cofano motore ammaccato.
In prossimità di via Alfieri 81-83 anche una seconda persona intorno alle ore 20.55 della sua abitazione aveva percepito un rumore di un possibile incidente stradale,ma una volta affacciata alla finestra ha notato un uomo armato di una specie di mazza  che colpiva alcune auto in sosta.
l bastone  è stato poi trovato in piazza Damiano Chiesa tra due veicoli in sosta  e sequestrato.
Sul posto sono state formalizzate le denunce-querele dei proprietari delle autovetture danneggiate.
L’autore del fatto , già gravato da precedenti, è stato tratto in arresto per danneggiamento con le seguenti aggravanti: aver usato violenza sulle cose e aver commesso il reato su cose esposte a pubblica fede.
Il P.M. di turno nella persona del dott. RIZZO G. ne ha disposto l’associazione al domicilio.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.