“Giovani protagonisti livornesi”

Open Day: Sabato 23 ottobre dalle 16 alle 18


Nella sede di Infogiovani presso il Cisternino di Città (Largo del Cisternino 13), si terrà l’open day del progetto promosso dal CRED (Centro Ricerca Educativa e Didattica) “Giovani Protagonisti Livornesi”.
Con l’acronimo GPL e lo slogan “Il nuovo carburante per far ripartire la città” il progetto chiama a raccolta i giovani livornesi dai 15 ai 29 anni per ideare, progettare e realizzare interventi a carattere sociale sul territorio con la facilitazione di diverse associazioni locali come: Arci Livorno, Arci Ragazzi/10 Dicembre, Pro Loco Livorno, N.I.P. – Neuropsicologia in Piazza, Progetto Linc – Lavorare insieme nella comunità, Associazione Nesi Corea, Associazione Progetto Strada APS.
I partecipanti al progetto potranno scegliere tra 5 aree tematiche differenti a cui aderire:


1. Discriminazione
2. Riqualificazione del territorio e degrado urbano
3. Sicurezza e vita notturna
4. Uso responsabile di internet e social
5. Associazionismo


Ogni tavolo si incontrerà due volte al mese da Ottobre 2021 a Maggio 2022 durante gli orari di attività di Infogiovani, ovvero il Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle 16 alle 18, nella sede di Infogiovani presso il Cisternino di Città, Largo del Cisternino 13 a Livorno. Il programma prevede un iniziale inquadramento delle problematiche sulla tematica di interesse, la condivisione delle competenze delle diverse associazioni e dei ragazzi e la realizzazione di un percorso finalizzato alla creazione di un intervento ideato, progettato e realizzato dal gruppo stesso.

Come spiega la vicesindaca Libera Camici, “GPL è un progetto che nasce attraverso un processo di coprogettazione con il terzo settore , con l’obiettivo di dar vita a un contenitore definito un “incubatore di idee” fatto da giovani per i giovani. Un processo di innovazione socio-educativo che considera i giovani come protagonisti attivi, soggetti ai quali viene lasciata la scelta e la responsabilità delle idee (relativamente alla fattibilità e realizzazione), un ambiente dinamico dove i giovani saranno la prima risorsa potenziale per la sostenibilità e l’innovazione della città. L’Amministrazione comunale – evidenzia la vicesindaca Libera Camici – ha lavorato per riattivare un tavolo di confronto con le associazioni del terzo settore che si occupano specificatamente dei giovani e dei progetti a loro dedicati per avviare un processo di concertazione con le realtà associative territoriali, formali e non formali”.
La grande novità del progetto GPL è la centralità dei giovani nella sua realizzazione.

Nonsi tratta di un corso dove i ragazzi sono i meri fruitori di un’azione pensata e realizzata da adulti ma di una fucina di idee dove i giovani stessi sono gli ideatori degli interventi. Integrazione, Formazione e Educazione diventano quindi le parole chiave, a favore di una generazione che ha bisogno di ritrovare la passione di socializzare e integrarsi lavorando insieme per un futuro migliore.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.