Cgil, Cisl e Uil, confronto con l’Authority per la sicurezza in porto

Comunicato stampa a firma Patrizia Villa segreteria Cgil, Paola Colorà segreteria Cisl, Franco Rossi segreteria Uil

“Ieri si è tenuto un incontro tra le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil e l’Autorità di sistema portuale per confrontarsi sul tema della sicurezza in porto.

Lo scorso 13 settembre infatti, a seguito dell’ennesimo incidente mortale avvenuto in porto a Livorno, le segreterie confederali Cgil (Patrizia Villa), Cisl (Paola Colorà) e Uil (Franco Rossi) avevano chiesto un incontro al presidente dell’authority Luciano Guerrieri. Non bastano i comunicati che accusano o chiedono interventi: servono azioni efficaci continue e finanziate che tengano conto delle istanze dei lavoratori e delle lavoratrici dell’indotto portuale.

L’incontro di ieri, avvenuto alla presenza dei delegati delle categorie interessate, ha aperto la strada a un percorso che riteniamo importante. Per l’Adsp erano presenti – oltre al presidente Guerrieri – anche il segretario generale Andrea Parodi e la dirigente del settore sicurezza e ambiente Cinthia De Luca.

Dall’incontro è scaturito l’impegno ad avviare un sistema di relazioni chiaro ed efficace, con incontri periodici, al fine di informarci, analizzare e migliorare le azioni intraprese.

Visto che lo scorso 8 ottobre una serie di soggetti istituzionali ha firmato il “Protocollo per la promozione della sicurezza del lavoro nel porto di Livorno e negli stabilimenti industriali dell’area portuale”, abbiamo chiesto il report delle azioni e delle ricadute effettive legate al precedente protocollo, ossia quello che era stato sottoscritto con la giunta regionale presieduta da Enrico Rossi. A tal proposito rileviamo come la sinergia stabilita grazie a quel protocollo abbia migliorato l’interazione fra i soggetti interessati.

In tema di sicurezza sul lavoro si può e si deve fare di più. L’annunciata assunzione di nuovi ispettori permetterà di monitorare meglio e migliorare il sistema. Riteniamo inoltre fondamentale favorire i tempi dell’agibilità sindacale degli Rlss: essi infatti hanno bisogno di tempi dedicati che non interferiscano con gli impegni di lavoro.

Adesso il nostro auspicio è che si arrivi a breve a siglare con l’Autorità di sistema portuale un protocollo specifico sulla sicurezza in porto avente ad oggetto i temi trattati”

Foto:pixabay

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.