Vaccino Covid: centri vaccinali liberi fino al 30 Settembre

Vaccino Covid: gli hub vaccinali rimarranno accessibili senza prenotazione fino al 30 Settembre per tutti quelli che ancora non si sono vaccinati

Le persone di qualsiasi età al di sopra dei 12 anni che volessero accedere alla prima dose di vaccino si potranno recare liberamente ad uno dei centri vaccinali. Per farlo si dovranno presentare muniti di carta d’identità e tessera sanitaria. L’accesso sarà libero fino al 30 Settembre anche per coloro che devono ricevere il richiamo, dopo l’intervallo minimo previsto.

Gli hub sono ad accesso libero anche per i minori che oltre ai documenti dovranno essere provvisti del modulo del consenso. Quindi entrambi i genitori dovranno accompagnare i minori. In alternativa un solo genitore potrà accompagnare il minore ma dovrà fornire anche una delega del secondo genitore, in cui si dichiara l’impossibilità di quest’ultimo ad essere presente.

Per dare un’ulteriore spinta alla campagna vaccinale sono inoltre operative le postazioni mobili (camper) ad accesso libero. Questi sono presenti nei pressi di alcune scuole, aziende ed in occasione di eventi pubblici di grande richiamo. Sono inoltre attive anche le reti dei pediatri e dei medici di famiglia e la rete delle farmacie.

Il commento di Giani sulla campagna vaccinale in Toscana

Questo ricco ventaglio di opportunità, offerto ai nostri cittadini, ha già dato risultati molto significativi. Oggi abbiamo registrato quasi 5milioni e 200mila vaccini somministrati, tra prime e seconde dosi.  La Toscana si colloca tra le prime Regioni per adesione della popolazione alla campagna di vaccinazione, tanto da essere vicinissimi all’80% di copertura vaccinale. Nonostante questi ottimi risultati, continuiamo a lavorare, tutti insieme, con il massimo impegno, perché sappiamo bene che cosa c’è in gioco. L’intero sistema sanitario regionale, la protezione civile, la rete di volontariato, i medici e i pediatri di famiglia, le farmacie, hanno consentito alla Toscana di raggiungere il dato più alto in Italia. Questo importante risultato testimonia ancora una volta il senso di responsabilità e di consapevolezza collettiva, che è il tratto distintivo della nostra comunità, che ringrazio di cuore

Eugenio Giani

Stando ai dati elaborati dalla Fondazione Gimbe la Toscana è la prima Regione in Italia per la percentuale di popolazione che si è sottoposta ad entrambe le dosi di vaccino o con vaccino monodose.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.