Controllo del territorio: i servizi della Polizia

Controllo del territorio: i servizi della Polizia

Polizia di Stato: i servizi di controllo del territorio del Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e Squadra Mobile. I risultati della serata di ieri 17 aprile                                     

Nella serata di ieri 17 aprile sono stati approntati servizi di controllo del territorio nell’ambito cittadino che hanno coinvolto il personale dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Polizia di Stato, coadiuvati da tre pattuglie del reparto prevenzione Crimine Toscana.

Particolarmente sorvegliate le zone di piazza Garibaldi, piazza della Repubblica e vie limitrofe. Alle ore 22.25 in Piazza delle Repubblica il personale delle volanti procedeva al controllo di due ragazzi di 23 anni e 21 anni ( R.A. e B.D.N), entrambi poi indagati in stato libero.

Il primo per reati di attestazione di false generalità ed inottemperanze a lasciare il territorio nazionale; il secondo  in quanto inottemperante a lasciare il territorio nazionale e sanzionato per detenzione di sostanza stupefacente ad uso personale, poichè trovato in possesso  di 1,10 gr. di hashish. Entrambi sono stati posti a disposizione dell’ufficio Immigrazione per la regolarizzazione sul territorio nazionale.

I servizi di controllo posti in essere hanno portato al controllo di 25 persone, 8 cittadini persone e 6 autovetture, di cui 1 arrestato.

Alle 22.30 in via Giordano Bruno le volanti del reparto prevenzione procedevano al controllo di un uomo di 45 anni (B.G), a carico del quale pendeva un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere  per furto aggravato in concorso, emesso in data 8 maggio dalla Procura di Livorno. Il soggetto, pluripregiudicato, è stato condotto in carcere.

3 arrestati della Squadra Mobile

Inoltre, nella serata di ieri 17 aprile, il personale della sezione Falchi della Squadra Mobile procedeva all’arresto  di A.M., 47 anni, in ottemperanza al provvedimento di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura di Lucca ad aprile: doveva scontare due mesi per guida in stato di ebrezza.

Nei giorni scorsi la medesima sezione procedeva altresì all’arresto di P. A., 46 anni, rintracciato in via Fiume  e condotto in carcere per un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Livorno ad aprile. L’uomo doveva espiare 9 mesi di reclusione per lesioni.

Durante un servizio di controllo in via dei Terrazzini, lo stesso personale della Squadra mobile procedeva a rintracciare G.M.L.A di 43 anni, con vari precedenti per droga e rissa,  ed al suo arresto in esecuzione del provvedimento di sospensione cautelativa dell’affidamento in prova emesso il 16 aprile dal magistrato di Sorveglianza di Bolzano.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.