Ospedale, fumo da un dispositivo elettrico

Questa mattina, 30 aprile, attorno alle ore 9 si è sprigionato del fumo all’interno di una stanza di degenza del reparto di Nefrologia all’ospedale di Livorno a causa del surriscaldamento di un dispositivo elettrico collocato nella testata di un letto in quel momento non occupato.

L’infermiere Filippo Ferri, a cui va l’elogio e il ringraziamento da parte della della direzione ospedaliera, ha applicato con prontezza il piano di emergenza previsto per questo tipo di situazioni, staccando la corrente elettrica alla stanza e scegliendo il più corretto sistema antincendio.

Contemporaneamente il personale in servizio ha tranquillizzato e messo in sicurezza i degenti presenti, composto il numero telefonico di emergenza ospedaliera 88 per l’attivazione della squadra antincendio interna e fatto chiamare i vigili del fuoco.

Non ci sono stati feriti, intossicati o danni alla struttura.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.