Le associazioni hanno donato pigiami e biancheria intima ai ricoverati

Numerose scatole piene di pigiami, biancheria intima, ciabatte e altri indumenti destinati a tutti i pazienti ricoverati sono stati donati e consegnati questa mattina, 15 aprile, da parte di “In Associazione” (ex Associazione Paraplegici Livorno) presieduta da Fabrizio Torsi e dalla Associazione Cure Palliative presieduta da Francesca Luschi.

Luca Carneglia, direttore dell’ospedale di Livorno

“Ad oggi, a tutela dei pazienti e degli operatori esistono forti restrizioni alla possibilità di accedere ai reparti da parte dei parenti con conseguenti ricadute relazionali, piscologiche, ma anche pratiche.

Se da una parte c’è uno sforzo costante nel mantenere il contatto con l’esterno da parte del paziente attraverso un servizio di video chiamate e di consegna degli effetti personali mediata dal nostro personale, è innegabile l’esistenza di alcune criticità che rendono spesso complessa la consegna di beni di prima necessità, come la biancheria intima, per degenti con ricoveri prolungati come sono quelli affetti da Covid.

Questi hanno spesso parenti sottoposti a quarantena e quindi impossibilitati loro stessi a garantire un adeguato ricambio.

Per questo i beni ricevuti sono un dono molto utile e gradito che sarà subito messo a disposizione dei nostri ricoverati.

Si tratta ovviamente di materiale nuovo che facilita notevolmente la gestione dei pazienti e migliora la qualità della loro permanenza e salutiamo con favore il pensiero avuto da due associazioni da anni sempre al nostro fianco sperando che possa stimolare altri contributi al cosiddetto Armadio Solidale in favore dei nostri degenti”

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.