Uova di cioccolato e giocattoli per i piccoli di pediatria

Il Comandante Alfa, celebre fondatore del Gruppo Intervento Speciale (Gis) dell’Arma dei Carabinieri ha consegnato personalmente al primario di pediatria, Roberto Danieli, uova di cioccolato e giocattoli in vista delle festività pasquali per i piccoli pazienti ricoverati nel reparto dell’ospedale di Livorno. Ad accompagnarlo Paolo Iovino e Irene Pazzagli dell’Azienda Ctt Nord Livorno che si sono fatti promotori dell’iniziativa raccogliendo donazioni anche da colleghi e amici.

Roberto Danieli, direttore della pediatria di Livorno

“Questa generazione di bambini, sta particolarmente soffrendo e accusando le conseguenze di una pandemia che ormai da oltre un anno ha stravolto le vite di tutti. Se il covid non sta colpendo in modo diretto i bambini, molte sono le conseguenze psicologiche. Proprio per questo è giusto coccolarli più del consueto e sono apprezzabili le iniziative e la presenza come quella del Comandante Alfa e degli amici dell’Azienda Ctt Nord. Ad ora non sussistono le condizioni per poterli fare entrare fisicamente in reparto, ma speriamo possano esserci nuove occasioni di incontro con maggior libertà di ingresso”

Comandante Alfa

“Quando mi è stata offerta questa possibilità ho accettato subito l’invito perché da una  parte sono molto legato alla città di Livorno e dall’altra è sempre giusto sfruttare ogni occasioni per regalare un sorriso a dei bambini che stanno soffrendo e ancora di più lo è in questo momento. Si tratta di un semplice pensiero, ma era davvero opportuno farlo”

Paolo Iovino e Irene Pazzagli 

“Il materiale consegnato oggi è in parte frutto di una raccolta promossa tra colleghi e non solo della Ctt nord. Abbiamo trovato ovunque una grande disponibilità soprattutto fra gli amici che hanno avuto, loro malgrado, la possibilità di apprezzare la disponibilità  la professionalità di medici e infermieri in servizio nel reparto. Siamo felici che possa essere utilizzato per regalare qualche momento di spensieratezza a questi bambini che dovranno trascorrere le festività pasquali in ospedale”

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.