Atletica Unicusano Libertas: Vanchetti (60 hs), Miglio (disco) e Palumbo (giavellotto) campioni toscani

Vanchetti

Questo weekend sono stati tantissimi gli atleti amaranto scesi in pista in Toscana a Firenze in occasione dell’assegnazione dei titoli toscani junior e promesse, a Livorno per la seconda fase regionali dei campionati di lanci invernali validi per i titoli toscani, a Campi Bisenzio per il cross cadetti, mentre a San Miniato per la prima fase del cross del settore assoluto.

La giornata di sabato a Firenze incorona Andrea Vanchetti, al suo esordio con i colori amaranto, campione toscano nei 60hs juniores con barriere a un metro correndo la batteria in 8″68 e la finale in 8″63. Andrea dopo un piccolo infortunio che ha compromesso la sua preparazione è tornato in pista con le barriere a un metro, sebbene lui preferisca quelle a 91 dei 400hs. Nei 60hs al femminile Ilaria Vignoli non si migliora e corre la batteria in 10″72, mostrando una buona costanza su questi tempi. Nei 60m maschili Luca Masi va a un solo centesimo dal suo primato, tagliando il traguardo in 7″48, dimostrando che il covid e gli infortuni non hanno inficiato sulla sua preparazione. Ben 7 ragazze al via nei 60m, nel primo gruppo Aurora Contini, sorella d’arte di Mattia, che corre in 9″25, peccato per la perdita di equilibrio nel finale. Nel secondo gruppo Greta Giusti, Elisa Giuffrida, Arianna Falaschi, Silvia Sicignano, Giulia Centauro e Irene Bragetti corrono rispettivamente in 8″64, 8″96, 8″98, 9″41, 8″39, 8″37. Giulia e Irene riescono a passare in finale correndola in 8″34 e 8″47, nuovo PB per Irene e vicinissima al primato Giulia.

Il discobolo Miglio

La domenica torna il pista Filippo Maniaci nel salto con l’asta dopo un infortunio a inizio della stagione indoor. Per lui 3,90m fatti con rincorsa ridotta. Nel salto triplo Camilla Alesi migliora ancora il PB atterrando a 11,43m, grazie a qualche modifica nella rincorsa. Nel salto in lungo sfortunata Ilaria Vignoli che fa un salto di sicurezza di 4,38m con gli altri due salti nulli.

A Livorno doppio titolo toscano in casa amaranto nei lanci invernali. Luca Miglio, nonostante qualche problema tecnico riscontrato nelle scorse settimane, riesce a vincere il titolo con la misura di 39,63m con il disco da 1,750kg, suo nuovo primato personale. L’altro titolo va alla multiplista Federica Palumbo nel giavellotto assoluto che scaglia l’attrezzo a 46,58m, suo nuovo PB. La compagna di allenamento Cecilia Di Meo lancia a 26,93m, non molto lontana dal suo primato. Fabiola Caruso accusa la preparazione invernale non semplice causa covid e lancia il disco a 39,69m, i suoi 6 lanci atterrano nell’arco di un metro e mezzo, grande costanza per lei! Nel martello Sara Torrini, reduce da un lungo stop, lancia l’attrezzo da 4kg a 47,73m, mentre Lorenzo Bigazzi con il martello da 6kg, dopo i primi 3 lanci nulli riesce ad assestarsi lanciando a 54,47m.

Grande partecipazione alle due gare di cross per il settore giovanile ed assoluto. A Campi Bisenzio bene si sono comportati i giovani triatleti di Enzo Fasano. Le cadette erano impegnate sulla distanza di 1,9km, Gaia Silvestri ha concluso al quarto posto in 7’27, mentre Georgette Armocida al 47° in 9’36. Al maschile invece i chilometri erano 2,4, Federico Fasano 7° in 7’57, Edoardo Manfanetti 24° in 8’29, Daniele Benedetti 35° in 8’50, Matteo Basile 40° in 8’54, Gabriele Fedi 48° in 9’01. A San Miniato ottima prova della squadra allieve sui 4km che si classifica seconda, grazie al 3° posto di Vittoria Ghelardi in 17’07 e al di Margherita Voliani in 17’12, mentre Emma Bisi arriva al 19° in 19’48 e Miriam Cassarino al 22° in 20’04. Sempre al femminile nei 5km junior Irene Ducci è 12^ in 29’09 e Isabel Ghelarducci è 77^ tra le assolute in 35’29. Le nostre atlete si piazzano al 4° posto nella combinata femminile dopo la prima prova. Al maschile ottima prova di Giulio Soldati nei 10km che taglia il traguardo al nono posto in 34’45, Giovanni Ciriello è 107° in 43’01, mentre il tecnico Alessandro Cassarino scende in campo in veste di atleta e chiude al 112° posto in 43’59. Tra glijuniores Mirco Pini è 19° con 25’18 sui 6km, e purtroppo Sergio Palumbo non chiude la gara a causa di un infortunio sul percorso. Tra gli allievi Lorenzo Scali è 19° in 20’13 sui 5km.

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.