Perini (Lega): “Piste ciclabili al posto dei parcheggi: dal Romito al Centro città. E’ ‘Salvetti kid'”

Intervento del consigliere comunale: “Peggioramento della qualità della vita”


Metti la pista ciclabile e togli il parcheggio, la versione labronica di “Karatè Kid” è “Salvetti Kid”.

Dopo aver incassato i soldi dei permessi ZTL e ZSC parte il folle piano la Giunta Salvetti ovvero abbattere buona parte dei posti macchina per mettere le piste ciclabili. Il piano in questione è il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile), silenziosamente approvato dalla Giunta l’ultimo giorno dell’anno.

Il documento è pieno zeppo di ciclabili, pedonali e mille altre diavolerie che restringeranno le carreggiate portando via i posti macchina. Gli effetti sulla qualità della vita dei livornesi saranno drammatici e gli abbiamo già visti nella strada davanti l’ITIS Galilei.

Tra le varie diavolerie una in particolare devasterà la qualità della vita labronica: Salvetti vuole realizzare una pista ciclabile anche sul Romito. 

È evidente che ha farne le spese sarà la carreggiata. Così sul Romito, il mare libero dei livornesi, si prevede che non ci sarà più posto neanche per uno spillo. L’unica possibilità per godersi uno dei mari più belli d’Italia sarà accaparrarsi un parcheggio privato tra quelli sparsi sulla costa, con l’ovvia conseguenza dell’aumento delle tariffe decise dai proprietari dei parcheggi stessi.

Chi non ama il mare non sarà esente dalle nefaste conseguenze del piano della Giunta. Anche i parcheggi in città sono sotto attacco e saranno sostituiti da aree pedonali e piste ciclabili.

Udite, udite, uno dei progetti previsti è quello di pedonalizzare il tratto di via Grande tra piazza Grande e il mare. Parliamo di una delle arterie viarie principali di Livorno, che non può essere strozzata né ulteriormente desertificata!

Poi ancora altre ciclabili che annientano i parcheggi: viale Alfieri (lato ospedale) e via Roma (tra piazza Matteotti e pizza Attias).

La pedonale di Borgo Cappuccini sarà resa permanente, in barba a quanti avevano creduto alla favola, che fosse un provvedimento temporaneo

Infine spiccano le ciclabili di via Garibaldi, dove la “priorità” sarà data al “traffico ciclabile”, e quella di via de Larderel, che sarà ristretta da 4 a sole 2 corsie.”

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.