Rossi (Toscana a Sinistra): “Il sonno della sanità pubblica”

Rossi (Toscana a Sinistra): "Il sonno della sanità pubblica"


Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Oriana Rossi di Toscana a Sinistra riguardante l’incontro di domani martedì 15 settembre

“Martedì alle 18 alle Cicale Operose in Corso Amedeo si parlerà di sanità pubblica Toscana, e Livornese in particolare, con Oriana Rossi e Calogero Lillo Cannarozzo candidati consiglieri regionali nella lista di Toscana a Sinistra. L’intervento sarà moderato dalla giornalista Frida Nacinovich e interverranno gli altri candidati consiglieri regionali della lista con Tommaso Fattori presidente.

Il programma sulla sanità pubblica è uno dei temi principali che Toscana a Sinistra ha messo tra le sue priorità, esigendo un rilevante incremento di risorse, necessarie per contrastare l’impoverimento che le strutture pubbliche stanno subendo da vari anni.

In particolare, a Livorno abbiamo le liste d’attesa più lunghe della regione che rendono spesso impossibile ai cittadini l’accesso alle necessarie prestazioni strumentali o specialistiche essenziali per la diagnosi e cura. Il dipartimento di prevenzione e la sanità territoriale inoltre sono in forte crisi per riduzione di personale e risorse strutturali. L’Ospedale deve essere adeguato alle esigenze dei livornesi per numero posti letto, personale e strumentazioni per evitare di essere la provincia Toscana in cui si muore più di infarto e tumori.

La questione sanitaria è legata a quella ambientale e alla forte crisi economica che Livorno sta vivendo da anni. I candidati Livornesi si impegnano, se saranno eletti, a proporre maggiori risorse verso la sanità livornese che siano proporzionali ai nostri reali bisogni territoriali.”

Oriana Rossi Candidata Consigliera Regionale per Toscana a sinistra con Tommaso Fattori presidente

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.