Stella Sorgente, alla scuola oltre 100 milioni per l’organico di emergenza

Alla scuola oltre 100 milioni di euro per l'organico di emergenza

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma di Stella Sorgente

“Alle scuole toscane sono stati destinati oltre 100 milioni di euro per l'”organico di emergenza”, ovvero per contratti a tempo determinato di personale docente e ATA. Questo personale dovrà scongiurare i temuti accorpamenti e favorire la suddivisione di classi numerose, ovviamente con il fine di agevolare il distanziamento e fronteggiare il fenomeno delle “classi pollaio”. La prima tranche (quasi 53 milioni di euro per la Toscana) è scritta nero su bianco nella ripartizione stabilita dal decreto interministeriale del 10 agosto, firmato dai Ministri Azzolina e Gualtieri. In tutto le risorse stanziate a questo scopo arrivano, a livello nazionale, a quasi un miliardo di euro, 977 milioni per la precisione. La seconda tranche di oltre 49 milioni di euro è prevista invece in un successivo Decreto interministeriale del 27 agosto. Una ottima risposta a chi per mesi ha criticato i famosi “banchi monoposto con rotelle”, facendoli passare come unica soluzione alla ripartenza della scuola in sicurezza, sottovalutando il fatto che il banco monoposto sia un suggerimento del Comitato Tecnico Scientifico e che comunque la tipologia di banchi è stata scelta dalle scuole e non dalla Ministra. Basterebbe poi valutare la situazione in cui versano la maggior parte degli arredi scolastici delle nostre scuole per tacere e per auspicare un rinnovamento anche da questo punto di vista, mentre invece molti amano parlare di cose che non conoscono. Auspichiamo che si riesca a spendere tutto al più presto, per assumere tutti gli insegnanti e il personale ATA necessario per far partire al meglio un anno scolastico sicuramente difficile e straordinario. In questo quadro complessivo, leggiamo che alcune Regioni mirano a fare campagna elettorale pure e soprattutto sul tema della scuola: sicuramente quelle di centrodestra, ma non solo. Ci auguriamo che i nostri rappresentanti istituzionali in Regione Toscana non cadano nella tentazione di scaricare ogni possibile responsabilità sul Governo o sulla Ministra Azzolina, la quale si è impegnata su tutti i fronti, riuscendo a portare a casa queste importanti risorse, alla faccia di chi (come Salvini ad esempio) non capisce niente di scuola, ma attacca su tutto. L’Assessora Grieco ha recentemente ammesso che, fra i tre nodi fondamentali (organico, banchi e trasporti), è preoccupata più per il terzo punto: su autobus e treni ci attendiamo quindi un analogo e sinergico impegno da parte della Ministra De Micheli e merita ricordare che, per quanto riguarda il trasporto scolastico, la partita è anche in mano ai comuni i quali hanno ricevuto ingenti risorse dal Governo che potrebbero servire anche per potenziare gli appalti comunali dedicati a questo servizio, per mettere a disposizione maggiori mezzi e personale. Intanto abbiamo letto la notizia di un potenziamento delle risorse regionali per 3 milioni di euro su questo servizio e speriamo che possano essere sufficienti. Riusciremo a far ripartire al meglio le nostre scuole solo se tutte le istituzioni collaboreranno, senza strumentalizzazioni e retorica, ma solo con la buona (e veloce) pratica amministrativa. Noi faremo la nostra parte presentando interpellanze in Consiglio anche sulla questione degli organici, chiedendo quanti insegnanti, personale di segreteria e collaboratori scolastici saranno destinati dagli uffici scolastici regionali alle scuole del nostro territorio”

Foto: pixabay

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.