Rubano nella notte 23 tonnellate di rame: denunciati due camionisti

Furto di rame nella notte, Polizia Stradale di Livorno arresta due camionisti

Il furto di rame, scoperto dalla Polizia Stradale di Livorno, sarebbe stato effettuato all’interno di una centrale elettrica di Piombino

La Polizia Stradale di Livorno ha da poco concluso l’operazione Alto Impatto, volta a monitorare i conducenti dei TIR. I controlli effettuati, coordinati su tutto il territorio attraverso la collaborazione con i distaccamenti di Cecina, Venturina e Rosignano, hanno permesso di ritrovare 23 tonnellate di rame rubate da una centrale elettrica di Piombino.

Il furto di rame, avvenuto in provincia di Livorno, è venuto alla luce grazie ad un normale controllo notturno effettuato all’altezza del casello autostradale di Rosignano. I poliziotti hanno fermato l’autocarro e, controllando il contenuto trasportato, hanno scoperto centinaia di fili di rame. Alla richiesta di esibire la documentazione del carico, conducente e passeggero hanno fatto i vaghi, senza fornire risposte convincenti. Insospettiti dal comportamento, durante l’ispezione del mezzo, gli investigatori hanno rinvenuto nella cabina di guida 6 tronchesi di grosse dimensioni, oltre che una borsa nera contenente tutto l’occorrente per lo scasso.

A questo punto, condotti i due malfattori in caserma, si è scoperto che il metallo era stato razziato poche ore prima dalla centrale elettrica di Torre del Sale di Piombino. Quindi, sono stati denunciati per ricettazione, sequestrandogli il kit da scasso e il cassone con il suo contenuto. I cavi di rame, già tagliuzzati, sono stati poi restituiti al responsabile della centrale, incredulo per il recupero

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.