M5s sul canile comunale: “L’iter burocratico ed economico è nostro”

cani

Riceviamo e pubblichiamo di seguito il comunicato del movimento 5 stelle sul nuovo canile comunale

Dopo 17 anni si conclude l’iter del progetto nato nel 2003 dall’allora giunta comunale.

Il sindaco è soddisfatto dell’apertura ma nella sua intervista dimostra come soffra di una sindrome di tipo megalomaniaco quando si riferisce ad altri soggetti politici, lasciando a loro la parola e a lui i meriti dei fatti conclusi.

Tutto vero per il tempo trascorso, ma va precisato che 12 di questi anni sono a carico del partito che lo sostiene e che l’iter burocratico ed economico è stato realizzato nel quinquennio dei 5 stelle. Dalle nostre informazioni sappiamo che, a inizio anno, la USL, come organo competente, ha prescritto una recinzione intorno al canile e che questo ha impedito di fatto la sua inaugurazione prevista ad inizio anno 2019, mentre i bandi per l’introduzione di un veterinario e per la vigilanza vinta dalla Ata PC, sono stati formalizzati dalla giunta pentastellata. Il merito di Salvetti però rimane quello di aver fatto un bando per accalappiacani, come ultimo atto di una burocrazia lenta e farraginosa.

Nello scambio di battute sui meriti ovviamente sarà la città a godere di questa struttura, nella speranza che i cani non diventino complici di una diatriba politica, ma diventino amici veri per chi li adotta e chissà se il Sindaco e la Vice Sindaco alla fine non ne adottino uno.

Ph – My social pet

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.