Jolly Acli Basket, primo ko interno. Alla Bastia passa Selargius. Serata-no al tiro per le livornesi

Non bastano i 16 punti di Orsini, le Sarde vincono 51-38

Primo quarto

Si devono attendere ben tre minuti per vedere il primo canestro, e lo segna
Gagliano. Tre bombe labroniche (due con ‘Bubins’ Orsini e una di Lucchesini) portano
Livorno verso il primo vantaggio (9-6 al 4’).La forte difesa ordinata da Marco
Pistolesi funziona, ma, nell’eccessiva determinazione, Simonetti compie tre falli in
un batter d’occhio. Il tempino si chiude comunque con l’Acli avanti 14-13.

Secondo quarto

La musica sembra la stessa, l’azione difensiva di Livorno funziona e Selargius non
segna per diversi minuti. Tuttavia, Tripalo e compagne non sanno sfruttare la
preziosa occasione e nel black out ospite, non vanno oltre i quattro punti segnati
che al 6’ portano sul 18-13.Troppo poco. Infatti le ospiti si svegliano d’improvviso
e con un perentorio 0-10, tornano negli spogliatoi sul 18-23.

Terzo quarto

Quando Giovanna Pertile apre le danze con un tripla (18-26), le padroni di casa
subiscono un colpo, dal quale non sono capaci di riprendersi. Nonostante il coach
chieda puntualmente il time out, Selargius continua a macinare gioco e punti. al
minuto 8’ il tabellone segna 22-34. Lisa Tripalo lotta con coraggio, riesce a
segnare il canestro che mantiene in vita le rosablù. Ma Tibè le risponde sulla
sirena , 24-37.

Ultimo quarto

Ancora una bomba per inaugurare il periodo, e questa volta la mette Mataloni,40-24.
Notte fonda. E proprio quando l’Acli sembra destinata a sprofondare, arriva la
reazione d’orgoglio che nessuno si aspetta. Prima Collodi da sotto e poi la fiammata
di Francesca Orsini, consentono a Livorno di riportarsi in linea di galleggiamento
(35-43). Tuttavia, nella fase più concitata, la solita Pertile recupera un pallone
prezioso e manda a canestro Arioli che mette il lucchetto alla vittoria isolana.
Finale 38-51.

Le parole di Pistolesi

“Questa è la realtà. Selargius è una squadra completa, fisica, che ci ha costretto
ad abbassare la produttività offensiva. La loro stazza dentro l’area, ci ha creato
problemi ad attaccarle a difesa schierata. Le nostri armi sono state il recupero dei
palloni e i canestri in sovrannumero. Troppo poco. Chi pensava in maniera diversa,
sulla scia delle prime vittorie, aveva fatto le valutazioni sbagliate”.

Il tabellino

Jolly Acli: Ceccarini 3, Maffei, Bindelli 3, Simonetti, Orsini 16, Tripalo 7,
Collodi 4, Sassetti, Lucchesini 5, Mandroni.Allenatore Pistolesi

Selargius: Tibè 8, Laccorte, Mura, Arioli 12, Mattaloni 3, Pinna, Gagliano, Bungaite
4, Pandori 1, Pertile 13.Allenatore Restivo

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.